viaggio filatelico tra i vulcani del mondo:

dalla kamčatka al giappone

Moltissimi sono i francobolli che rappresentano i vulcani, alcuni veramente belli, ma noi per necessità, ve ne faremo vedere solamente una parte.

Se il tema vi appassiona….

Ritengo che una collezione tematica sui vulcani non debba essere fatta per nazione, ma per vulcano cominciando dalla Kamčiatka, dal Nord dell’Anello di Fuoco, come farò io.

Tav.1.jpg

Kamčatka

La Kamčatka è una penisola lunga 1.250 km situata nell'estremo oriente russo.

Ci sono 160 vulcani conosciuti, 29 dei quali sono ancora attivi.


Vulcano Klyuchevskaya Sopka 


URSS 1965 - Scott 3117

Vulcano Karymsky



URSS 1965

Scott 3118

Vulcano Koryaksky

URSS 1965 - Scott 3119

Il più grande è Klyuchevskaya Sopka [4.850 m]. Il cono, perfetto, con la sommità fumante ricoperta di ghiaccio, erutta permanentemente. Altri da segnalare sono il vulcano Karymsky ed il vulcano Koryaksky.

 

Isole di Kurili

La Kamčatka e le isole di Kurili e formano un arco insulare da nord-est a sud-ovest lungo 2.000 km

L'arcipelago é costituito da 56 isole vulcaniche con 104 vulcani, 39 dei quali attivi. Le isole sono delimitate da una stretta e profonda fossa -9.000-10.000 m di profondità - che da esse prende il nome, Fossa delle Kurili, e costituiscono una zona di subduzione, ovvero l'area in cui il fondale dell'Oceano Pacifico s'inabissa al di sotto della Placca asiatica. La subduzione è la causa dei frequenti terremoti, maremoti e dei conseguenti tsunami.

 

Giappone

L'arco delle Isole Giapponesi, che si estende per pi ù di 2.000 km, è una continuazione a sud-ovest dell'arco Kamčatka-Kurili e ospita vulcani simili.

Il Giappone è un arcipelago composto di 6852 isole. Le quattro più grandi sono: Hokkaidō, Honshū, Kyūshū e Shikoku, che da sole rappresentano circa il 97% della sua superficie terrestre. Molte isole sono montagne, alcune di origine vulcanica.

Dei 200 vulcani formatisi nell'ultimo milione di anni, circa 50 sono ancora attivi.

Monte Fuji

Giappone 1967
Monte Fuji
074Fuji86.jpg

Giappone 1986

Il vulcano più alto, più bello e più noto in tutto il mondo è il Monte Fuji [3.776 m] situato sull'isola di Honshu [vedi monografia].

E' un cono regolare con la base di 30 km e si è formato sui resti di due altri vulcani, ormai estinti il Kama-take e il vecchio Fuji [o Ko-Fuji]. E' considerato tuttora attivo, anche se a basso rischio di eruzione perché le ultime eruzioni sono state registrate nel 1708.

Il Fuji è un posto sacro per i giapponesi. Molti leggende, tradizioni e poesie sono dedicati a questa montagna. È il simbolo del Giappone ed uno dei soggetti più popolari per i pittori di questo paese, compreso il grande artista Hokusai.

Sempre sull'isola di Honshu, c'è anche il famoso Nikko National Park, nato per conservare le forme vulcaniche di rilievo come i coni, i flussi di lava e le sorgenti calde.

Nikko National Park

Giappone 1962 - Scott 765
Nikko National Park

Giappone 1962 - Scott 766
Vulcano Naka-dake

Giappone 1965 - Scott 841
Vulcano Aso

Giappone 1965 - Scott 842

Sull'isola di Kyushu si trova l'Aso National Park.

Ospita i vulcani attivi Naka-dake [1.433 m], Aso [1.592 m] e altri. Stanno nel centro di una caldera gigante di 25x17 km. Nella caldera di Aso ci sono le più grandi sorgenti calde del Giappone.

La caldera di Aira [23x7 km] ospita il vulcano attivo Sakurajima.

Vulcano Sakura-Jima

Giappone 1988 - Scott 1795
Vulcano Rausu

Giappone 1965 - Scott 856

Hokkaidō, è la più settentrionale delle quattro isole principali dell'arcipelago giapponese, ospita più di 60 vulcani che rappresentano oltre il 10% dei vulcani di tutto il mondo. I due più importanti sono: Rausu [1.661 m.] e Shikotsu.

Vulcano Sakura-Jima

SakuraJima.jpg

Veduta aerea - China State Postal Bureau

 

Last modified: Sabato 24 febbraio 2018

 

Support Wikipedia